Glee 5×03 “The Quarterback”

Avviso a tutti i lettori: questo articolo contiene spoiler relativi alla quinta stagione

Assolutamente sconvolgente. Che voi siate o non siate Gleeks, questo episodio non potrà fare a meno di colpirvi per la sua tragicità emotiva. Per la prima volta ho realizzato davvero che Cory non c’è più, ed è stato terribile. L’inizio di puntata è già carico di lacrime e commozione, per proseguire con Kurt che lascia New York per tornare a Lima in occasione del tributo a Finn. Come dice lui, “non importa come è morto, ma quello che ha fatto nella vita”. La versione di Mercedes di “I’ll stand by you” non sarebbe nemmeno da commentare, è stata semplicemente strabiliante e mi ha toccato davvero l’anima. Altri momenti bellissimi sono stati il dialogo tra Noah e la coach, sia quello nello spogliatoio (no pain, no gain), sia quello accanto all’albero appena piantato (“buon trattino”). E come non nominare la dolcezza di Burt che avrebbe voluto aver abbracciato suo figlioccio più spesso, o di Carol che piange perché ora sa cosa vuol dire per una madre perdere un figlio.

Poi tutto si fa ancora più coinvolgente quando scopriamo un nuovo lato di Santana, che piange mentre canta “If I Die Young”, urla istericamente quando la gente si avvicina per consolarla e scrive una lista di cose che amava di Finn.

E poi, quello che tutti aspettavamo, l’entrata in scena di una strepitosa Lea/Rachel, che con la voce spezzata racconta momenti privati tra lei e Cory/Finn, emozionando tutto il pubblico. La sua forza è assolutamente straordinaria, e raggiunge il culmine sulle tristi note di “Make you feel my love”. E soprattutto non si può dimenticare il momento in cui parla di lui, dicendo che spesso gli parla ancora, sentendo la sua voce nella sua testa, con la paura che un giorno potrà dimenticare quel suono. Raccontando dei loro progetti di vita insieme, ormai andati in fumo, Will le dice che magari troverà qualcosa di migliore, e lei, tra le lacrime risponde che non crede esista qualcosa di migliore. Heartbreaking.

La scena finale resta nonostante tutto una delle migliori. Will, insegnare e mentore di Finn, ha rubato la sua vecchia felpa e la stringe, da solo nel suo appartamento. E poi scoppia a piangere a dirotto, senza riuscire a fermarsi, perché finalmente riesce a sfogare il suo dolore.
Faccio i complimenti a tutto il cast e a Lea in particolare, per la forza e il coraggio dimostrati nel girare questo episodio.

“The show must go on… all over the place… or something”.

Cory Monteith
1982 – 2013
You will be missed

Annunci

2 risposte a “Glee 5×03 “The Quarterback”

  1. Awesome issues here. I am very satisfied to look your article.

    Thanks so much and I’m looking ahead to touch you. Will you please drop me a
    e-mail?

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...