Con la testa tra le pagine

Quando siamo piccoli, troppo piccoli per essere in grado di essere realistici, i nostri genitori, insegnanti e parenti ci pongono la famosa domanda: “Cosa vuoi fare da grande?”. Non ho mai capito come si possa pretendere da un bambino di 6, 7, 8 anni una risposta sola, invece di centinaia, perché la sua immaginazione vaga attraverso mille mondi diversi, e non è in grado di concepire una sola risposta a quella domanda. Perciò, se si risponde “la ballerina e la maestra”, o “il calciatore e l’astronauta”, ci si sente rispondere di rimando: “Ma se dovessi sceglierne solo uno? Non si può fare tutto”. Adulti che cambiano la congiunzione “e” in “o”, costringendo i bambini a valutare: ballerina o maestra? Calciatore o astronauta?

Durante la mia infanzia, a partire dal terzo anno d’età, ho avuto sempre una risposta diversa, come tutti i bambini. Ho sognato di essere una cantante, un’attrice, una ballerina, una maestra, una scrittrice, una veterinaria, un’etologa e una designer. Per quanto alcuni di questi mestieri mi affascinano ancora adesso, ho raggiunto una maturità tale da riuscire a comprendere che non sarei in grado di svolgerne la maggior parte. Cantante? Non ho tutto sommato una grande voce. Scartato. Attrice? Ho recitato a teatro in un paio di rappresentazioni, ma non avrei mai il talento necessario per sfondare, causa troppa timidezza. Maestra? Si potrebbe ancora fare, ma credo di aver paura delle grandissime responsabilità delle insegnanti delle scuole materne ed elementari, responsabilità legate sia alla sicurezza e salvaguardia dei bambini, sia alla loro fondamentale istruzione di base. Veterinaria ed etologa? Entrambi riguardano gli animali, il primo la loro cura e il secondo lo studio dei loro comportamenti, ma non credo che la mia personalità talvolta schizzinosa sarebbe stata adatta a questi lavori, nonostante il mio amore per gli animali. Designer? Ammettiamolo, mi piace il design e tutto ciò che comporta, ma non fa per me; nel mio caso lo considererei più un hobby che un vero e proprio mestiere.

C’è solo una risposta che, anche a distanza di molti anni, io continuo a dare a chiunque mi chieda che cosa io abbia intenzione di fare una volta terminati gli studi universitari. Ed è “la scrittrice”. A volte mi chiedono cosa c’entra la scrittura con lo studio di Economia Aziendale, ma chi mi pone una domanda del genere non si rende conto che io so benissimo che non potrò mai fare la scrittrice e basta; avrò sempre bisogno di un altro lavoro, sono abbastanza realista da capire che il campo editoriale non è roseo per gli scrittori alle prime armi, tutt’altro.

Ho ricordi molto divertenti appartenenti al periodo delle scuole elementari, nei quali scrivevo brevi storie su animali (se non sbaglio un’aquila e un coniglio), creavo il libro con alcuni fogli di recupero, illustravo ogni pagina personalmente, le rilegavo con il cartoncino e le pinzavo, distribuendole poi ai miei compagni di classe che si erano “abbonati” alle mie storie. Non ho perso quell’interesse, anzi, la mia passione per la scrittura è andata aumentando sempre più nel corso degli anni. L’unica cosa che continua a frenarmi è l’incertezza nella scelta dell’argomento di cui trattare; il mio più grande sogno sarebbe scrivere un romanzo poliziesco, ma tutte le idee che mi vengono in mente sembrano banali ai miei occhi, o magari vecchie o già usate… Ho pensato anche a moltissime altre storie, ma sarebbero davvero troppo scontate e banali, e non credo che qualcuno sarebbe mai interessato a leggerle.

Per questo motivo tengo sempre nella mia borsa un taccuino e una penna, perché un’idea casuale potrebbe attraversarmi il cervello in qualunque momento e in qualunque luogo. Ed è per lo stesso identico motivo che ho deciso, qualche mese fa, di aprire questo blog, per dare uno sfogo alla mia vena creativa che ha sempre più spesso bisogno di esprimersi attraverso la scrittura, tramite recensioni, consigli, racconti di vita quotidiana e qualunque altra cosa. Spero che apprezziate i miei tentativi di migliorare il mio stile di scrittura, e per qualunque consiglio, critica costruttiva o domanda, non esitate a commentare 😉 Alla prossima!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...