Glee 5×05 “The End of Twerk”

Avviso ai lettori: l’articolo contiene spoiler relativi alla quinta stagione.

Il primo pensiero che ha attraversato la mia mente nel momento in cui ho visto il promo di questo episodio è indescrivibile; non potevo credere che Glee fosse caduto tanto in basso da dedicare un intero episodio al Twerk. Per chi non avesse confidenza con questo termine, il Twerk è un tipo di ballo in cui i ballerini, solitamente donne, scuotono le anche su e giù velocemente, in modo sessualmente provocante, andando a creare un tremolio sulle natiche.

La mia critica non è rivolta al ballo di per sé, per quanto non mi piaccia, ma alla decisione di dedicargli interamente un episodio, piuttosto che una singola performance all’interno di un tema più ampio. L’episodio si svolge attraverso i preparativi del Glee Club nella scelta dei brani da presentare alle Nazionali, scelta che cade per l’appunto sul Twerk. Vediamo così i nostri cantanti alle prese con questo ballo provocatorio, da imparare ed eseguire alla perfezione per distinguersi dagli altri concorrenti, sotto gli insegnanti di un’espertissima Kitty. Tutto ciò ha come sfondo la lotta pubblica di Sue contro questo ballo, che la porterà addirittura a vietarlo, ottenendo come risposta la protesta delle Nuove Direzioni e di tutta la scuola, sulle note di “Blurred Lines”.

Un evento che distoglie (fortunatamente) l’attenzione dai tentativi di “twerkaggio” del Glee Club, è il problema che Unique incontra nel momento in cui si trova a dover utilizzare i bagni della scuola; in quelli per i ragazzi non si sente a proprio agio, viene deriso e diventa vittima di atti di bullismo; in quelli delle ragazze avviene la stessa cosa, anche se è proprio lì che lei sente di appartenere. Sorvolando sulla vicenda che è stata creata riguardo i bagni della scuola (festini, party e sveltine) e che ho trovato inutile e inappropriata, arriviamo alla richiesta di Unique di avere un bagno unisex, in cui non debba più porsi alcun tipo di preoccupazione. La richiesta viene accettata dalla preside Sue, ma in modo subdolo e meschino; viene infatti piazzato nel bel mezzo dell’aula canto un wc chimico, gettando nell’imbarazzo tutti i ragazzi e la stessa Unique. La situazione viene risolta ancora una volta grazie al professor Schuester, che propone a Unique di utilizzare il bagno dei professori, scatenando in questo modo, per l’ennesima volta, l’ira di Sue; a Will viene così proposto un accordo: per eliminare il wc chimico dall’aula e lasciare il libero accesso a Unique ai bagni degli insegnanti, il Glee Club deve rinunciare a eseguire il Twerk alle nazionali. Inutile dire quale decisione abbia preso Schuester. Come nota positiva, ho trovato emozionante e commovente l’esibizione di Unique nella cover di “If I Were a Boy”, e l’idea di Schuester di presentare al Consiglio della scuola una serie di balli che, a loro tempo, furono considerati indecenti, come il walzer, la lambada, il charleston e il twist, al fine di eliminare il divieto di “twerkare” all’interno della scuola.

Una vicenda che invece mi ha davvero spezzato il cuore è stata la rottura della cosiddetta coppia “Jarley”; Marley scopre infatti che Jake l’ha tradita con la cheerleader Bree, solo perché lei non si sentiva ancora pronta ad avere un rapporto con lui. La rabbia e il dolore di Marley vengono sfogati sulle note di “Wrecking Ball”, la cui cover è stata ben eseguita, anche se penso che altre canzoni sarebbero state più adatte alla situazione.

A New York troviamo invece Rachel e Kurt alle prese con un improvviso bisogno di ribellione e anticonformismo con cui non si erano mai confrontati prima d’ora; questa voglia di trasgressione porta Kurt a tatuarsi sulla schiena una frase (sbagliata) e a farsi fare il piercing alla lingua. Rachel invece, tra una prova di Funny Girl e l’altra, rivela a Kurt di aver rinunciato a seguire l’istinto ribelle, perché non c’è niente al mondo che lei ami a tal punto da volerlo impresso sulla sua pelle ancora a distanza di cinquanta anni. La scena si conclude con lei da sola, in bagno, che alza la maglietta. Ed eccolo lì, tatuato per sempre sul suo fianco: “Finn”. Lacrimoni senza fine.

Nel complesso, l’episodio non è da buttare, anche se penso si sarebbe potuto fare un po’ di più dal punto di vista musicale e meno da quello comico e drammatico. Alla prossima!

Annunci

3 risposte a “Glee 5×05 “The End of Twerk”

  1. Ah, anch’io mi sono sciolta durante il finale… Rachel/Lea so many hugs for you T.T

    Mi piace

  2. A me è piaciuta parecchio invece! L’esibizione di Unique è stata speciale, ma anche quella di Marley è stata all’altezza… Senza contare il significato della canzone e le parole che vengono particolarmente enfatizzate nell’esibizione: “I never meant to start a war, I just wanted you to let me in, I guess I should’ve let you win…” Insomma… Brividi. Spero solo che nella prossima puntata tiri fuori un po’ di grinta…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...