Glee 5×07 “Puppet Master”

Avviso ai lettori: questo articolo contiene spoiler relativi alla quinta stagione.

Protagonista assoluto di questa puntata è Blaine “Usignolo” Anderson, che apre l’episodio con la convinzione di aver avuto un’idea geniale per uno dei numeri da presentare alle nazionali, che, secondo lui, li condurrà a una vittoria certa. Una volta presentata però la sua idea al Glee Club viene accolto da scontrose proteste che lo accusano di comandare troppo, rivelando la sua tendenza a impartire ordini a tutti, senza mai aspettarsi un rifiuto. Messo così da parte, inizia ad avere visioni musicali in cui tutti i componenti del Glee Club vengono trasformati in pupazzi canterini, che elogiano il caro Blaine sulle note dei Queen, lodandolo con complimenti e moine. Si scoprirà più tardi che la causa di questa visione era una perdita di gas all’interno dell’aula canto, perdita che ha causato anche altre allucinazioni tra i personaggi, come vedremo in seguito.
Jake, da dongiovanni qual è, vola da una ragazza all’altra senza preoccuparsene minimamente, mantenendo però sempre sott’occhio ogni minima mossa compiuta da Marley e Ryder. Temendo di aver effettivamente messo incinta la cheerleader Bree, cosa che si rivela alla fine infondata, viene colpito dallo stesso tipo di allucinazione che ha avuto Blaine, e immagina una schiera di ragazze a cui ha spezzato il cuore, tra cui Bree e Marley, che si ribellano e lo minacciano sulle note di una canzone di Janet Jackson.

Ultima vittima delle visioni causate dal gas è Sue, coinvolta questa volta in una situazione per lei alquanto insolita. Durante l’ispezione dell’edificio scolastico, la preside viene infatti coinvolta dall’ispettore e invitata a uscire per una “birra tra uomini”. Convinta di esprimere poca femminilità, chiede l’aiuto di Unique che con le sue doti di makeover la rende una splendida e affascinante donna; il cambiamento di look porta Sue a sentirsi più sicura di sé, arrivando a chiedere all’ispettore un appuntamento, ricevendo però come risposta un rifiuto imbarazzato. Questo episodio insolito per la preside è intervallato da un’allucinazione durante la quale Sue si trova romanticamente a ballare e cantare assieme a Will Schuester. Inimmaginabile e soprattutto impossibile.

A New York, i Pamela Lansbury si trovano a discutere in merito a quale luogo scegliere per la loro prima esibizione dal vivo; Kurt, come guidato da uno strano intuito, prenota un locale in cui esibirsi, ma ricevere critiche e proteste dagli altri membri del gruppo, convinti che quello non sia per niente un buon trampolino di lancio. Inaspettatamente, l’unico spettatore, peraltro convinto di assistere alla performance di un’altra artista, gli riserva un successo inaspettato.

Per concludere l’episodio, Blaine realizza pupazzetti per ogni membro del Glee Club e per i suoi amici a New York, e tutti insieme, con rispettivi sosia di stoffa, si esibiscono sulle note di “What does the fox say”.
Questa volta l’unico commento personale che inserisco non è rivolto alla scelta dei brani eseguiti, bensì al tema dell’episodio, che ruotava intorno alla puppet-mania. Niente da dire, ma Ryan Murphy e il suo team non hanno proprio idee migliori per quanto riguarda la scelta degli argomenti di ogni puntata? Per il resto, grandi canzoni e grandi voci, come sempre.
Alla prossima!

Annunci

Una risposta a “Glee 5×07 “Puppet Master”

  1. Pingback: Recensione Glee 6×04 “The Hurt Locker (part 1)” | Bits and Pieces

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...