“La Principessa di Ghiaccio” di Camilla Läckberg

Ho avuto l’occasione di leggere “La Principessa di Ghiaccio” tramite l’app di iTunes “12 Giorni di Regali”, durante i quali questo libro è stata presentato dagli sviluppatori come dono natalizio in formato digitale (e-book) e soprattutto gratuito. Sulle prime non ero interessata a leggerlo, non essendo una grande fan degli e-book, perciò l’ho semplicemente scaricato nella libreria digitale dell’iPhone, rimandando la decisione da prendere ai giorni successivi. Qualche giorno più tardi, ho riaperto la libreria e scelto finalmente di leggere la trama: avevo già deciso che cosa fare dopo la seconda riga, una volta capito che si trattava di un romanzo giallo. Dovete infatti sapere che io ho sviluppato negli ultimi tre anni una vera e propria ossessione per i gialli e i polizieschi, e qualunque altro romanzo che ruoti intorno a un mistero da risolvere. Mi attirano a sè e non mi lasciano andare fino a che tutto non è chiarito.

In particolare, quello che mi ha attratto fin dalla lettura della trama sono state le strane circostanze che hanno portato alla morte della protagonista. La storia, ambientata in Svezia, patria della talentuosa scrittrice, descritta come “la nuova Agatha Christie”, inizia presentando la scoperta del cadavere di Alexandra, morta nella sua vasca da bagno piena di acqua ghiacciata, e con le vene dei polsi tagliate. Di primo acchito si pensa a un suicidio, dato che ogni elemento spinge a crederlo, ma con indagini più meticolose e approfondite si arriva a scoprire che si tratta invece di un omicidio. Questo sconvolge il piccolo paesino di Fjällbacka, dove le voci circolano in un baleno e tutti sanno tutto (o quasi) di ogni abitante. Alexandra trascorreva nel freddo paesino solamente i weekend, da sola, e durante la settimana tornava a casa dal marito, dove si occupava della gestione di una galleria d’arte.

Come in ogni giallo che si rispetti, le indagini si svolgono seguendo due piste: la prima viene studiata dalla polizia, e la seconda da Erica, amica di infanzia di Alexandra e scopritrice del suo cadavere. Mentre la polizia brancola nel buio e ruota intorno a piste improbabili, Erica, guidata dal suo animo di scrittrice, interroga e intervista tutti i personaggi che ruotano intorno alla misteriosa figura di Alexandra; questa sua ricerca la porta, passo dopo passo, a sbloccare un tassello del puzzle dopo l’altro, ma senza riuscire ancora a intravedere l’immagine finale, e a ritrovare inoltre un altro amico d’infanzia, Patrick, ora poliziotto, da sempre innamorato di lei. La storia si svolge così tra lo sviluppo delle indagini e la nascita timida e insicura di una nuova e inaspettata storia d’amore.

Tra segreti di famiglia, antichi misteri, informazioni tenute nascoste e omissioni volontarie, Erica e Patrick giungono finalmente alla scoperta del colpevole, non senza numerose difficoltà. Ma quello che lascia in assoluto a bocca aperta è capire chi sia effettivamente l’omicida, una persona di cui, fin dall’inizio del libro, non si sospetterebbe in alcun modo. Ciò che per l’appunto ho apprezzato maggiormente è stata la doppia storia, tra indagini sull’omicidio e nascita di un amore, e sono rimasta sbalordita quando ho scoperto che questo libro rappresenta il primo di una serie, e che l’autrice ne ha già scritti altri, nei quali la duplicità della storia è sempre presente, con nuovi misteri e la storia tra Erica e Patrick che evolve e si sviluppa. Ci farò sicuramente un pensierino.

Perciò, se siete come me amanti dei gialli o siete solamente alla ricerca di un libro che vi intrighi e vi appassioni, con questo non sbagliate. L’ho divorato in pochi giorni, e il modo in cui l’autrice presenta i personaggi, facendoli parlare alternativamente in prima persona, tieni gli occhi del lettore incollati alla pagina. Non ve ne pentirete.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...