Glee 5×11 “City of Angels”

Avviso a tutti i lettori: questo articolo contiene spoiler relativi alla quinta stagione.

Wow, mi devo ancora riprendere dalle emozioni di questo episodio che è stato, senza ombra di dubbio, davvero bello ed emozionante. L’intera puntata è stata ambientata a Los Angeles, tranne una minuscola scena a New York. Nella “città degli angeli”, infatti si sono svolte le gare nazionali di canto corale, a cui le Nuove Direzioni hanno partecipato avendo superato le Regionali.
Non appena arrivano nella calorosa California sulle note di “I Love L.A.”, il glee club si trova già a dover fare i conti con uno dei gruppi rivali, i Throat Explotion; il loro leader si crede superiore alle Nuove Direzioni, si prende gioco di loro e si mostra sicuro di vincere.

Prima della gara finale, nell’albergo dove risiede il glee club si svolgono due scene degne di essere raccontate. La prima si svolge tra Marley e Ryder, ormai rassegnato al fatto che tra loro due non ci sarà mai niente; la ragazza confessa di aver partecipato a diversi concorsi per cantautori e di essere intenzionata a lasciare il gruppo dopo le Nazionali. Le sue canzoni sono sempre state rifiutate dai concorsi ai quali ha partecipato, e questo la porta a sentirsi un fallimento senza talento. Con l’aiuto di Jake e Mercedes, Ryder riesce a farle cambiare idea; Mercedes, ormai in procinto di pubblicare il suo primo album, le dice che il suo talento è straordinario, e non deve essere sprecato, convincendola così a rimanere nelle Nuove Direzioni.

Un’altra grandiosa scena, o meglio un insieme di scene, è quella che vede Sam nelle vesti di nuovo leader; sentendosi vuoto senza Finn a guidare il gruppo, decide di prendere il suo posto, cercando in qualche modo di essere una guida e un punto di riferimento per tutti i ragazzi. Sostenuto dalla mamma di Finn e dal suo patrigno, Sam porterà questo impegno ad onorare il suo amico fin sul palcoscenico, in un’esibizione splendida di cui parlerò tra poco.

Una volta giunta la sera della gara, la performance dei Throat Explotion lascia tutti senza parole: insomma, sono stati veramente bravi e sbalorditivi. Senza perdere le speranze, le Nuove Direzioni si preparano ad entrare in scena, ricordandosi che loro hanno qualcosa in più rispetto agli altri gruppi.
La loro esibizione si svolge attraverso tre canzoni: “More Than a Feeling” dei Boston, “America” di Neil Diamond e “I Still Haven’t Found What I’m Looking For” degli U2. A detta della mamma di Finn, queste erano le sue canzoni preferite: l’intera esibizione è stata dedicata a lui, in particolare l’ultima canzone. Sulle note degli U2, infatti, iniziano a scorrere flashback di Finn, sotto forma di ricordi di Sam, Blaine, Artie e William. Come se ciò non bastasse a spezzare il cuore a tutti i fan, sulla nota finale della canzone, tutti alzano la mano verso il cielo, compreso Sam, che però stringe nel pugno le bacchette della batteria di Finn. Il mio povero cuore.

Dopo le votazioni dei giudici, giunge il momento delle premiazioni. Sfortunatamente, e contro ogni previsione, i Throat Explotion vincono e le Nuove Direzioni ottengono il secondo posto. La sconfitta lascia tutti a bocca aperta, per due motivi principali; prima di tutto, il glee club aveva deciso che, in caso di vittoria, avrebbero fatto chiamare sul palco i genitori di Finn a ritirare il premio. Ora invece, sentono solo di averli delusi, cosa che viene subito smentita con affetto da parte di Carole e Bart.
In secondo luogo, dal momento che il glee non ha vinto, la preside manterrà la sua parola: il club sarà quindi sciolto e non avrà più diritto di esibirsi, perdendo l’aula canto destinata alle prove.

Arrivando alle riflessioni personali, la prima cosa che mi è venuta in mente durante la gara è stata: e Rachel? Insomma, già è di per sé strano che nessuno dei vecchi componenti del glee club, a parte Mercedes, sia venuto a osservare la loro esibizione, ma in più non viene Rachel, dopo che la gara è dedicata a Finn? Mi è sembrato davvero strano, ma avranno avuto i loro buoni motivi.
Ho poi adorato Sam nelle vesti di tenerissimo leader, terrorizzato all’idea di non vincere e di deludere Finn e la sua memoria. Davvero bello e dolce.

In caso non si fosse capito precedentemente, la mia esibizione preferita è stata “I Still Haven’t Found What I’m Looking For”, che potete rivedere a questo link: http://www.youtube.com/watch?v=j1Vm5LLH_7M
Che voi siate fan di Glee o meno, questa performance vi strapperà comunque un sorriso amaro e forse qualche lacrima, soprattutto se conoscete la storia di Cory Monteith. Questa splendida scena ha dimostrato come lui sia ancora nel cuore e nei pensieri delle Nuove Direzioni e di tutto il cast.

Potete inoltre trovare il promo del prossimo episodio, intitolato “100” al seguente link: http://www.youtube.com/watch?v=L6hXtLAGAcY
La prossima puntata sarà infatti il centesimo episodio di Glee, un modo per dire addio all’aula canto del club sulle note delle 10 migliori canzoni di queste cinque serie.
Alla prossima!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...