Glee 5×15 “Bash”

Avviso a tutti i lettori: questo articolo contiene spoiler relativi alla quinta stagione.

Altro episodio interamente ambientato a New York, che si apre con una fiaccolata a cui partecipano Rachel, Kurt, Sam e Blaine, cantando sulle note di “You Are Not Alone” dal musical Into the Woods. Il corteo di gente si ritrova per le strade per pregare e sostenere un giovane ragazzo gay, vicino di casa dei protagonisti, che è stato picchiato per il suo orientamento sessuale, e che si trova adesso in ospedale in gravi condizioni. Molto bello, fin dall’inizio della puntata, l’interesse e la partecipazione di Kurt per ciò che è successo a questo ragazzo.

Si torna poi nell’appartamento di Sam e Mercedes, dove i due ricominciano a parlare della possibilità di tornare ad essere una coppia. Mercedes si dimostra da subito incerta e scettica, saltando poi addosso a Sam pochi minuti dopo. I Samcedes sono tornati. Durante una passeggiata, dopo qualche breve chiacchiera sul frequentarsi e su cosa porterà il futuro, Mercedes chiede di essere lasciata sola per pensare e riflettere in tranquillità, ritrovandosi poi a cantare “You Make Me Feel (Like A Natural Woman)”. La canzone la aiuterà a capire quali sono le sue vere intenzioni e i sentimenti che prova per Sam.

Decisa a proseguire come coppia, decide di presentare il suo ragazzo alle sue coriste, che lo trovano troppo esuberante e soprattutto inadeguato a Mercedes; le ricordano infatti che il suo album rischierebbe di fallire se si venisse a sapere che una cantante di colore esce con un bianco. Stordita e confusa, la ragazza decide di lasciarlo, dicendogli la verità sulle ragioni della sua scelta. Sam (e anche gli spettatori) si rendono conto di trovarsi davanti ad una Mercedes totalmente cambiata, disposta a ferire le persone e prendere decisioni che vanno contro i suoi sentimenti.
Pentita per ciò che ha fatto a Sam, lo invita nello studio di registrazione dove ha registrato il suo album, e canta per lui “Colorblind”. Piccola parentesi: si tratta proprio del singolo originale dell’attrice e cantante che interpreta Mercedes, Amber Riley. L’ho trovato un brano molto delicato e profondo, perfetto per la situazione a cui si riferisce nell’episodio.
Sam perdona la ragazza, e i due tornano di nuovo insieme, rendendo la cosa ufficiale a tutti i loro amici verso la fine dell’episodio.

Nel frattempo, alla NYADA è tempo di esami: Blaine e Rachel devono sostenere la loro prova individuale; per qualche motivo che non ci è dato conoscere, i due scelgono invece di esibirsi insieme in un duetto, “Broadway Baby”. Per quanto la performance sia perfetta e ben eseguita, la loro insegnante, Madame Tibideaux, non l’apprezza a pieno, criticandoli invece per non aver rispettato la richiesta di un’esibizione individuale. Concedendogli un’ultima possibilità, rimanda il loro esame ad un altro giorno: se non si presenteranno, saranno bocciati.
Per Blaine questo non comporta un problema, al contrario di Rachel; a pochi giorni dalla prima di Funny Girl a Broadway, la ragazza si trova nel bel mezzo delle prove generali dello show, ed è impossibile per lei sostenere l’esame un altro giorno. Decisa a convincere l’insegnante a spostarlo per questa emergenza, Rachel si trova davanti la stessa risposta di prima: o si presenterà o sarà bocciata. Infuriata per la poca comprensione del suo impegno nello show di Broadway, senza riflettere, la ragazza decide di lasciare definitivamente la scuola.

Successivamente, a cena con il migliore amico Kurt, Rachel si trova a discutere anche con lui. Kurt non trova sensata la sua decisione di abbandonare gli studi solo perché ha ottenuto un grande ruolo a Broadway, e per tutta risposta l’amica abbandona il ristorante, dicendogli che lui rimane alla NYADA solo perché è un posto sicuro e dove non rischia nulla. Ferito dalle parole dell’amica, Kurt esce a sua volta dal locale, e in un vicolo della città intravede due ragazzi che picchiano violentemente un terzo ragazzo, chiamandolo “frocio”. Accecato dalla rabbia, Kurt interviene correndo, riuscendo a far scappare la vittima ma rimanendo solo con gli altri due; viene così picchiato violentemente anche lui, e portato urgentemente in ospedale.
La notizia della rissa raggiunge tutti i suoi amici e Blaine, che, preoccupatissimi, lo raggiungono nel reparto in cui è ricoverato. Il dottore dice loro che non è grave, è solo scosso e ferito in diverse parti del volto.

A turno passano nella sua stanza, parlandogli mentre dorme grazie alla morfina, sperando che li possa sentire. Blaine gli si stende accanto, cantandogli che tutto andrà bene e non gli succederà mai nulla di male.
Anche il papà di Kurt gli fa visita, mostrandosi arrabbiato per il gesto sconsiderato del figlio, che ha agito senza pensare. Pur apprezzando profondamente il fatto che Kurt sia intervenuto per salvare qualcun altro, gli offre consigli in caso dovesse ricapitare, e gli chiede di non fare mai più una cosa del genere.
Non appena uscito dall’ospedale, il ragazzo, che porta ancora in faccia i segni della rissa, decide di portare due rose bianche per il ragazzo gay picchiato a cui era stata dedicata la fiaccolata all’inizio dell’episodio; ha infatti saputo che non è più in pericolo e che si rimetterà presto.

A seguire troviamo Rachel, pentita per il suo comportamento nei confronti di Kurt, che si scusa con il ragazzo. Le dispiace immensamente che l’ultimo loro discorso fosse stata una litigata, e non se lo sarebbe mai perdonata se a Kurt fosse successo qualcosa. Gli dice perciò che gli vuole bene, e che non dovrà mai dimenticarselo.
La puntata si conclude con l’esame finale di Kurt, che, mostrando ancora tagli e lividi sul volto, si esibisce davanti all’insegnante sulle note di “I’m Still Here”, mostrando a tutti la sua forza e la sua capacità di non lasciarsi mai buttare a terra.

Personalmente, trovo che questo episodio sia stato mal gestito dal punto di vista del tema scelto. Come altre volte in Glee, un argomento profondo non viene approfondito adeguatamente; avrei preferito meno scene di Sam e Mercedes e più momenti riguardanti l’aggressione e l’odio contro gli omosessuali.
Nonostante questo, non l’ho trovata una brutta puntata, anzi. Penso solo che sia stata stupida la decisione di far abbandonare la NYADA a Rachel. Si sono forse dimenticati la terza serie, quando la ragazza aveva fatto di tutto per entrare, era distrutta per non aver superato l’esame di ammissione, e come era andata fino a New York per incontrare Madame Tibideaux e chiederle una seconda occasione? Sembra quasi che la Rachel di adesso non si ricordi più quanto le è costato frequentare quel college, e che cosa significhi per lei abbandonarlo dal nulla.

La mia performance preferita per questo episodio è stata “Colorblind”, cantata da Mercedes/Amber. Credo che la canzone abbia aperto uno spiraglio di speranza nei cuori di tutti i fan di Lea Michele come me, pregando che, prima o poi, anche a Rachel verrà concesso di cantare una canzone di Lea. Potete riguardare l’esibizione al seguente link: https://www.youtube.com/watch?v=kcYMAUhtlEA
Potete invece vedere il promo della prossima puntata, “Tested”, cliccando qui: https://www.youtube.com/watch?v=IFLTEDVM-_8

Alla prossima!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...