Glee 5×17 “Opening Night”

Avviso a tutti i lettori: questo articolo contiene spoiler relativi alla quinta stagione.

Dopo quasi un anno di attesa, il momento è finalmente arrivato: Rachel Berry debutta a Broadway, con la rivisitazione del musical del 1964 “Funny Girl”, originariamente interpretato da Barbra Streisand.
L’episodio si apre con un terribile incubo di Rachel, durante la quale la ragazza si vede con addosso i vestiti che indossava al liceo, mentre amici e ex-compagni criticano il suo modo di recitare, la sua voce e il suo corpo. La ragazza si sveglia terrorizzata, convinta che tutto lo show andrà male a causa di tutte le recensioni negative pubblicate su Internet. Kurt le sequestra il cellulare, vietandole di cercare ulteriori commenti negativi su di lei. Incurante del divieto impostole, Rachel naviga su internet di notte dal portatile di Kurt, leggendo ogni possibile critica al suo aspetto fisico e al suo talento.

Sconvolta e distrutta da ciò che ha letto, decide di non alzarsi dal letto e di non andare in scena, preoccupando enormemente gli amici; iniziano perciò tutti a darle un enorme sostegno, portandole regali, cantando per lei e facendole complimenti. Per tutta risposta, Rachel taglia le corde della chitarra di Sam, urla contro Kurt e lancia fuori dalla stanza i regali ricevuti. Spaventati dal suo insolito comportamento, i ragazzi decidono di chiedere aiuto a Santana, che torna appositamente a New York per l’occasione (ovviamente senza accennare al fatto di essere stata via per mesi). La ragazza dice a Rachel che, se c’è una cosa che lei sa fare senza nessuno sforzo è salire sul palco e stupire tutti con il suo talento. Convinta dalle parole di conforto dell’amica, la giovane star si rialza carica di fiducia ed energia.

Nel frattempo, a Lima, il professor Schuester sta per partire per New York per assistere alla prima di Rachel; Emma non può accompagnarlo perché la gravidanza è quasi al termine, e lui si ritrova così con un biglietto in più, che tenta di offrire a Sue. La donna non ha mai visitato la Grande Mela, e così accetta l’invito, costretta però a promettere a Will di andare a vedere Funny Girl insieme a lui. Giunti a New York, i due si esibiscono sulle note di “NYC”, cantando tutto il loro amore e apprezzamento per la grande metropoli.
Poco prima dell’inizio dello show, Will si reca nel camerino di Rachel per augurarle buona fortuna, e la ragazza confessa imbarazzata di aver riservato un posto in prima fila per Finn, dal momento che lui le aveva sempre promesso che ci sarebbe stato al suo grande debutto a Broadway.
Improvvisamente, suona il cellulare di Will: Emma sta per partorire e lui è costretto a raggiungerla.

Rachel scende le scale che portano dal camerino al palco, si piazza al centro e attende che si aprano le quinte. Una volta trovatasi davanti al numerosissimo pubblico, attacca a cantare sulle note di “I’m The Greatest Star”, una performance eseguita splendidamente, che ottiene moltissimo successo di pubblico. Lo spettacolo è iniziato da poco, ma Sue, annoiata, decide di lasciare il teatro. Insieme a lei se ne sta andando anche un altro uomo, e insieme scoprono di essere stanchi dello show e di aver voglia di qualcos’altro. Lui la invita così nel suo ristorante italiano, per una cena alla “Lilli e il Vagabondo”.
A teatro, intanto, il primo atto è terminato, e Rachel torna in camerino in attesa del secondo. Il suo produttore la raggiunge, facendole i complimenti e ricordandole che la chiusura dello show dovrà essere spettacolare proprio come l’inizio. Infatti tra il pubblico è presente un critico del New York Times, e il loro show potrà ancora andare in scena solo se la sua recensione sarà positiva; altrimenti, tutto sarà finito.
Piena di ansie e sotto pressione, Rachel sale sul palco per la conclusione dello show, esibendosi sulle note di “Who Are You Now”. Prima di andare in scena, la ragazza aveva confessato all’insegnante come quella canzone le ricordasse Finn, e di come lei si sentisse preoccupata di non riuscire a cantarla al meglio. Guardando invece il posto vuoto che aveva riservato per lui, la ragazza riesce a trovare le giuste emozioni per la canzone, guardando verso il cielo e ricordandolo, commuovendosi e trasmettendo emozioni uniche. Poco prima del finale della canzone, flashback di Finn che, alla vista di Rachel, sorride con un’espressione unica, carica di felicità e amore.
L’unica cosa che non ho apprezzato di questa canzone è il fatto che, contemporaneamente a Rachel sul palco, anche Sue cantasse, al ristorante italiano insieme all’uomo che l’ha così rapidamente attratta. Niente da dire sull’esibizione, ma per la portata e il significato di quella canzone, avrei apprezzato maggiormente se fosse stata solo Rachel a cantarla.

Una volta terminato lo spettacolo, tra scrosci di applausi, bisogna aspettare sei ore prima che il New York Times pubblichi la review. Nell’attesa, Rachel e tutti i suoi amici si recano ad un club gay dove tutti la riconoscono e le chiedono notizie della prima. Felicissima del suo successo, la ragazza si esibisce assieme a tutti gli altri sulle note di “Pumpin’ Blood”, con tanto di movenze sensuali soprattutto da parte di Rachel e Santana.
Una volta tornati nel loro appartamento, i ragazzi trovano Sue e il suo uomo, che confessano di aver fatto sesso ovunque in quella casa; Rachel affronta Sue e le fa un discorso carico di rabbia, parole tenute dentro dopo anni e anni di critiche e prese in giro. Sue se ne va, lasciando New York e il suo nuovo interesse, consapevole che tra loro due non potrà mai esserci nulla di più.

La mattina dopo, esce il New York Times e tutti quanti si recano all’edicola per leggere la recensione; ognuno di loro ne legge un pezzo ad alta voce, confermando quello che ha scritto il critico: lo spettacolo è stato apprezzato pienamente, in particolare l’esibizione finale, e il giornalista si dice sicuro di voler tornare a vedere Rachel sul palco nei panni di Fanny Brice. Dopo pochi secondi, squilla il cellulare di Rachel: è Will che dice che Emma ha partorito; è un maschietto, e hanno deciso di chiamarlo Daniel Finn Schuester.

Personalmente, ho adorato questo episodio, forse anche perché ha ruotato quasi interamente intorno a Rachel, il mio personaggio preferito. L’unica cosa che ho trovato un po’ fuori luogo è stato l’interesse amoroso di Sue, soprattutto per come le cose siano state un po’ lasciate in sospeso. Per quanto riguarda il resto, però, tutto è stato splendido proprio come me lo aspettavo.
La mia performance preferita è stata, ovviamente, “Who Are You Now”, carica di emozioni e sentimenti. Se questa canzone non fosse stata scritta 50 anni fa, direi che è stata composta appositamente per Lea Michele, dal momento che mette in versi e musica tutte le sue emozioni. Potete ammirarla di nuovo al seguente link: https://www.youtube.com/watch?v=wif9qgFhY7U
Potete invece vedere il promo della prossima puntata, “Back-Up Plan”, cliccando qui: https://www.youtube.com/watch?v=5B6cUDqFJ6U

Alla prossima!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...