Recensione Audible – “11-22-63” (estratto)

La serie di recensioni prosegue questa settimana con l’estratto gratuito da “11-22-63” di Stephen King, reperibile su Audible, dove è in formato audio della durata di 46 minuti. L’estratto presenta le prime pagine del libro, lette da Craig Wasson per la versione inglese.

La storia è raccontata in prima persona dal protagonista, Jake Epping, un insegnante di inglese nel Maine. Durante l’ultimo giorno di scuola, Jake riceve una strana telefonata da un caro amico, Al, che gestisce un ristorante nella città. Tramite la cornetta, la voce di Al non sembra la sua, è gracchiante e intervallata da numerosi colpi di tosse; quando l’amico dice di aver bisogno di lui, Jake non esita a incuriosirsi a proposito del cambiamento di atteggiamento (e voce) di Al.
Una volta giunto al ristorante, dove i due uomini si erano incontrati poco meno di un giorno prima, Jake si trova davanti una persona completamente diversa: Al ha ora i capelli bianchi, ha perso trenta chili, ha il volto coperto di rughe e la voce rovinata. Ma come è possibile che tali cambiamenti avvengano nel corpo di una persona dal giorno alla notte?

Al invita Jake ad entrare, e inizia raccontando che il suo problema alla voce è dovuto a un severo doppio tumore ai polmoni, causato dall’enorme quantità di sigarette fumate durante la sua vita. Così si spiega il problema alla voce, ma nulla fa comprendere le macchie della pelle, l’invecchiamento rapido e il dimagrimento; secondo le apparenze, Al è diventato vecchio nel giro di ventidue ore. Davanti a un sempre più incredulo Jake, Al inizia a raccontare come tutto è successo, facendo anche riferimento a una lunga vacanza da lui fatta recentemente. Ma come è possibile, se Jake non ricorda di aver mai visto Al abbandonare il suo locale da anni? Dall’inizio del racconto si inizia quindi a intravedere una stranezza legata allo scorrere del tempo e al susseguirsi delle vicende.

Nel tentativo di far capire a Jake come stanno le cose, Al lo conduce nella dispensa, dicendogli che una volta lì, capirà tutto. Prima però, Jake deve lasciare il cellulare, la calcolatrice e i suoi soldi, e accettare il denaro che Al gli offre, banconote molto vecchie. Sconcertato da tutto ciò, Jake segue le istruzioni di Al, e, con i vecchi dollari nelle tasche, compie tre piccoli passi nella dispensa, fino a che non prova una sensazione molto strana. Il suo piede ha l’impressione di trovarsi in cima ad un gradino, come se fosse in procinto di scendere una scala; ma guardando verso il basso, Jake non vede gradini, ma il pavimento piatto della dispensa. Dall’uscio della stanza Al lo implora di proseguire e di fidarsi di lui, e l’estratto termina con Jake che va avanti, scendendo questa invisibile scala.

Leggendo la breve trama su Audible, si scopre che la scala è un varco temporale che conduce nel 1958, e che mentre si è nel passato, il tempo nel presente scorre solo di un paio di minuti, spiegando così l’improvviso invecchiamento di Al, che è perciò avvenuto nel passato. Jake verrà a questo punto incaricato di compiere una missione importantissima: cambiare il futuro evitando che si compia l’assassinio di Kennedy a Dallas (il titolo del libro è infatti la data dell’omicidio).
Personalmente, sono sempre stata affascinata da tutto ciò che riguarda viaggi temporali e la possibilità di cambiare il futuro modificando il passato; per questo motivo questo estratto mi ha rapita fin da subito, e sarà sicuramente un libro che prima o poi leggerò interamente. Ne consiglio inoltre la lettura anche agli appassionati di storia e a coloro che si interessino alle misteriose vicende che ruotano intorno all’omicidio di Kennedy.

Il libro è stato pubblicato in Italia nel 2008 con il titolo di 22/11/63 (a cifre invertite come d’uso qui da noi).
Alla prossima recensione di Audible, con l’estratto da “Moneyball” di Michael Lewis.

IMG_2985.PNG

Annunci

2 risposte a “Recensione Audible – “11-22-63” (estratto)

  1. What’s up, this weekend is nice in support of me,
    as this point in time i am reading this wonderful informative
    article here at my home.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...