Recensione Glee 6×01 “Loser Like Me”

Avviso ai lettori: questo articolo contiene spoiler relativi alla sesta (e ultima) stagione di Glee.

Finalmente, dopo mesi e mesi di attesa, Glee è tornato per la sua ultima stagione, che dovrebbe durare per tredici episodi senza hiatus di mezzo. Il 9 gennaio sono andati in onda negli Stati Uniti i primi due episodi (che recensirò separatamente) e che hanno definitivamente segnato l’inizio del giro di boa per Glee. Ma prima di addentrarci nei particolari della prima puntata, dove eravamo rimasti?
Alla fine della quinta stagione, Rachel ha lasciato Broadway per andare a Los Angeles a girare una serie tv basata sulla sua vita, Blaine e Kurt sono tornati a vivere insieme frequentando la NYADA, Mercedes è partita per il suo tour e Sam è tornato al liceo di Lima, scoprendo amaramente che il Glee Club non esiste più e che l’aula canto è stata trasformata in un laboratorio di informatica.
“And that’s what you missed on Glee!”

Il primo episodio della sesta stagione, “Loser Like Me”, si apre con una speranzosa Rachel che cerca di capire se la sua nuova serie tv, dal titolo “That’s So Rachel” la porterà al successo o al declino più totale. Il produttore dello show le darà la conferma definitiva: la serie ha ottenuto gli ascolti più bassi della storia, e lei è licenziata. Raccogliendo tutte le sue cose e abbandonando definitivamente il set e le sue speranze, Rachel apre l’episodio sulle note di “Uninvited” di Alanis Morissette, esibizione forte e molto emotiva che potete rivedere qui. (Preferite forse ascoltare la canzone originale? La trovate qui).

La scena poi cambia improvvisamente e rivediamo Rachel a Lima, a casa dei suoi genitori, dove scopre tristemente che i suoi papà gay stanno divorziando. Decide così di mettersi in contatto con Blaine e di ritrovarsi in un locale, dove entrambi raccontano i fallimenti che hanno affrontato negli ultimi mesi; Rachel parla del flop totale di “That’s So Rachel”, e di come ora non abbiano più nulla a cui aggrapparsi. Blaine racconta invece di come lui e Kurt si siano lasciati dopo pochi mesi di convivenza; i preparativi per il matrimonio gravavano soprattutto su Blaine, mentre Kurt si dimostrava infastidito da moltissime piccole cose, affermando di essere troppo giovane per sposarsi. Da un flashback vediamo il loro ultimo appuntamento, in cui Kurt dice di non essere sicuro di volere questo matrimonio, e Blaine scoppia a piangere, affermando che non riuscirà mai a perdonarlo. Il pianto di Blaine è una cosa sconvolgente, mi ha letteralmente spezzato il cuore.
Tornando al locale dove troviamo Rachel e Blaine, i due si promettono che riusciranno a uscire da questa difficile situazione, cantando “Suddenly Seymour” dal musical “The Little Shop of Horrors”, che potete rivedere cliccando qui. (Preferite ascoltare la versione originale? Cliccate qui!)

Blaine racconta poi a Rachel di essere diventato il nuovo vocal coach degli Usignoli, il suo vecchio gruppo all’Accademia Dalton. Volendo dimostrare alla sua amica che tutto è possibile, la porta a una delle loro prove, dove tutto il gruppo (compreso Blaine) canta “Sing” di Ed Sheeran. Potete rivedere l’esibizione cliccando qui (vi sfido a non canticchiare insieme a loro). Se invece preferite la versione originale, la potete ascoltare qui.

Rachel, presa dai ricordi, torna a visitare il liceo, dove scopre che Sam lavora come assistente della coach di football e che la preside Sylvester ha distrutto ogni traccia del Glee Club e di ogni forma d’arte. Viene allora naturale chiedersi che fine abbia fatto il professor Schuester; Will, adesso paparino di un adorabile bimbo dai capelli rossi (che sembra figlio di Ed Sheeran), lavora al liceo Carmel come coach dei Vocal Adrenaline, da sempre rivali delle Nuove Direzioni. Dando una breve occhiata alle prove del gruppo, vediamo la loro splendida esibizione di “Dance the Night Away” di Van Halen, che potete vedere qui. Preferite forse la versione originale? La trovate qui.
Rachel, presente alle prove, va a parlare con il professor Schuester, parlando del suo fallimento e ottenendo una delle sue tante perle di saggezza; Will le dice che le difficoltà della vita ci piegano come un arco, ma che più un arco si piega, più lungo sarà il suo tiro. Basta solo trovare la freccia da scoccare.

Glee 6x01 - Will e Rachel

Intanto Kurt, pentito di aver cacciato via l’amore della sua vita, torna a Lima per schiarirsi le idee, e con il cuore spezzato chiede a Rachel di organizzare un incontro tra lui e Blaine. Il ragazzo dice di averlo perdonato e Kurt afferma con prontezza di essere lì per riconquistarlo, ma Blaine lo interrompe dicendo di essere in una relazione con qualcun’altro; ed ecco spuntare Dave Karofsky, ex bullo che aveva tormentato e minacciato Kurt di morte a causa della sua omosessualità. Kurt finge di essere felice del loro rapporto, ma cercando una scappatoia si rifugia in bagno, dove scoppia a piangere. Altro momento in cui il mio cuore è andato in frantumi.

Nel frattempo Rachel, convinta che la sua freccia da scoccare sia il Glee Club, chiede aiuto a Kurt e utilizza i suoi pochi risparmi per rimettere in sesto il gruppo e far tornare l’aula canto ciò che era prima. Consapevole delle innumerevoli difficoltà a cui andrà incontro, si rende disponibile a guidare le Nuove Direzioni. Ma c’è un problema: il gruppo è composto da zero membri; Rachel prepara così la lista da affiggere per le audizioni, cantando “Let It Go” dal cartone animato “Frozen”, che potete rivedere qui. Se preferite la versione di Idina Menzel, cliccate qui; se invece volete ascoltare quella di Demi Lovato, la trovate qui.

E così si conclude il primo episodio: il professor Schuester a capo dei Vocal Adrenaline, Blaine a guidare gli Usignoli e Rachel e Kurt alle prese con le Nuove Direzioni, un gruppo da formare partendo da zero; prevedo una forte rivalità tra i tre gruppi e i rispettivi coach. Personalmente, mi è piaciuto molto questo episodio; Rachel ha meritato il fallimento della serie tv dopo il suo comportamento immaturo, mentre vedere la profonda emotività di Blaine quando Kurt lo lascia e di Kurt quando lo vede con un altro uomo è stato splendido, credo che siano riusciti a toccare corde di emozioni che in Glee non venivano toccate da tempo. Non sono un’esperta in questo campo, ma credo abbiano fatto dei grandi miglioramenti anche dal punto di vista della regia e delle riprese, con inquadrature nuove e originali. Insomma, se questa è la premessa, wow! A me sembra proprio che gli sceneggiatori abbiano iniziato a capire gli errori fatti in precedenza e che stiano iniziando a ricostruire la serie tv degli inizi; secondo me, sarà una stagione finale con il botto.

Per questo episodio, la mia performance preferita è stata “Let It Go” di Rachel, che potete vedere direttamente qui sotto; ho adorato lo spirito con cui lei lo canta, in particolare l’inflessione e la potenza della voce nell’affermare: “No rules for me, I’m free!”. Meravigliosa come sempre.

Visitate il mo blog tra qualche ora se siete interessati a leggere la recensione del secondo episodio, “Homecoming”. A più tardi!


“Bits and Pieces” è adesso su numerosi social network; potete trovare il profilo del blog ai seguenti link:
Twitter
Instagram
Pinterest
Tumblr
Google+
Per richieste private o collaborazioni, il blog ha adesso un suo indirizzo e-mail: bitsandpieceswordpress@gmail.com

Annunci

Una risposta a “Recensione Glee 6×01 “Loser Like Me”

  1. What’s up, for all time i used to check web site posts
    here in the early hours in the break of day, as i love to find out more and more.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...