“Orange is the New Black” di Piper Kerman (Libro e Serie Tv)

Se negli ultimi tre anni non avete mai sentito parlare di Orange is the New Black o di Piper Kerman (o Chapman per la serie tv), dove avete vissuto per tutto questo tempo? Scherzi a parte, se siete molto appassionati di telefilm, di sicuro sapete già di cosa sto parlando; se invece non ne avete idea, continuate a leggere e non ve ne pentirete! “Orange is the New Black” (che da qui in poi abbrevierò in OITNB) è un romanzo autobiografico scritto da Piper Kerman nel 2010. Il sottotitolo pubblicato sulla copertina recita: “Da Manhattan al carcere: il mio anno dietro le sbarre”. Per fornirvi una brevissima trama, posso dirvi che il libro racconta di come l’autrice, Piper, sia rimasta coinvolta in un traffico di droga e denaro dopo essersi laureata allo Smith College, e come queste azioni criminali non abbiano avuto alcuna conseguenza su di lei fino a dieci anni più tardi, quando verrà processata e condannata ad una sentenza per quindici mesi di carcere.

Ma adesso andiamo, se siete interessati, più nello specifico: è il 1993 quando una giovane e inesperta Piper Kerman incontra e si innamora di Nora, una donna adulta coinvolta in un larghissimo traffico di droga; non passa molto tempo prima che lo spirito d’avventura e la sua passione per Nora spingano Piper a seguirla in giro per il mondo, tra località tropicali e paesaggi mozzafiato. Per mesi e mesi a Piper non viene chiesto altro che seguire Nora come una sorta di “dama di compagnia”, partecipando a feste, viaggi e molto altro. Ma quando le viene domandato di trasportare su un aereo un carico di denaro sporco legato alla vendita di eroina, Piper non è in grado di dire no e tirarsi indietro.

Orange is The New Black OITNB copertinaUna volta giunta a destinazione e superati i controlli di sicurezza, la ragazza si sente sollevata ma decide anche di averne abbastanza; sentendosi usata da Nora, la abbandona e torna a San Francisco, dove qualche tempo dopo incontra l’amico ebreo Larry, che sarà l’amore della sua vita. Insieme, i due si trasferiscono a New York, credendo che il passato della ragazza sia sepolto per sempre. Ma non è così: una mattina la coppia viene svegliata da una richiesta di convocazione per un processo, proprio relativo al reato commesso da Piper anni prima.

Dopo sei anni di estenuante attesa tra processi, avvocati e tribunali, il momento cruciale arriva: Piper si dichiara colpevole e viene condannata a quindici mesi di reclusione in un carcere federale di minima sicurezza, quello di Danbury (Litchfield nella serie tv). Ed ecco qui il cuore del libro, ciò che colpisce ed emoziona veramente: pagina dopo pagina, scopriamo il carcere attraverso gli occhi dell’autrice. Vengono a galla così le numerose ingiustizie del sistema giudiziario e penale statunitense, i pregiudizi, i maltrattamenti e tutto ciò che viene tenuto nascosto per convenienza e facilità.

Non solo, ciò che rende speciale questo libro sono le donne che ne fanno parte: definite come “violente” e “pericolose” dal sistema giudiziario, dimostrano invece di avere un grande cuore, enormi emozioni da esprimere e interessanti storie da raccontare. Quello che lascia a bocca aperta dalla lettura di OITNB è la scoperta del rapporto di solidarietà e sostegno che si sviluppa tra le donne in prigione, un legame fortissimo che arriva a superare le sbarre, i divieti  e le (enormi) differenze sociali e culturali. Il libro si sviluppa così tra interessanti aneddoti e storie scioccanti, seguendo il percorso di Piper passo dopo passo, mese dopo mese, abituandosi alla situazione a cui è costretta. Non c’è nulla di più bello che leggere del momento finale della scarcerazione (di cui non parlerò per non rivelare ulteriori dettagli), un attimo così emozionante e pieno di libertà ritrovata.

Orange is The New Black OITNB Piper Chapman Crazy EyesTra problemi con le guardie e l’amministrazione carceraria, cacciaviti scomparsi, visite mediche da brivido, attrazioni fisiche e lavori nel campo dell’elettricità, questo è un libro che fa riflettere moltissimo; al di là delle singole vicende che possono far sorridere, commuovere o scioccare, questo romanzo apre gli occhi al lettore su come i carcerati vengano semplicemente buttati in un edificio, ammassati e rinchiusi con altri esseri umani, considerati feccia, senza ricevere un aiuto decente per cominciare una vita diversa. Il lavoro che viene loro assegnato non si rivelerà utile una volta che verranno scarcerati, la società non assumerà un ex detenuto e la maggior parte di loro, ritrovandosi nel mondo reale in situazioni e famiglie disastrate, riprenderà la vita criminale, in un circolo vizioso senza fine.

Dalla lettura di OITNB traspare anche che cosa significhi veramente trascorrere più di un anno in completo isolamento fisico dal resto del mondo, dalle persone care e dall’ambiente lavorativo, spingendo il lettore a immaginarsi in quella stessa difficile situazione. Personalmente, uno degli aspetti che più mi ha colpito è stata la forza e la tenacia con cui ha resistito l’amore tra Piper e Larry, visita dopo visita, giorno dopo giorno. Per scoprire le vere ragioni dietro al titolo del romanzo, non vi resta che leggere l’intero volume, pubblicato da Rizzoli per la collana Controtempo.

Orange is The New Black OITNB cast

Nel 2012, la rete americana Netflix acquista i diritti per creare una serie tv basata su quest’autobiografia; il telefilm riscuote un enorme successo, ed è attualmente alla sua terza stagione. Nonostante la serie sia tratta dal romanzo, moltissime cose sono state cambiate, modificate oppure omesse, per dare una maggiore carica drammatica all’intera storia. Modifiche a parte, ciò che vediamo sullo schermo è comunque molto simile alla storia generale, con riferimenti “nascosti” che solo chi ha letto il libro può davvero comprendere. Potete vedere direttamente qui sotto il trailer della terza stagione dello show, iniziata il 12 giugno:

Tra le due alternative, consiglierei sicuramente il libro; dalle pagine traspare la vera essenza di Piper e le sue vere emozioni, senza filtri. Orange is The New Black OITNB Piper Kerman Taylor SchillingIl dolore che percepiamo leggendo la sua storia non si avvicina neppure lontanamente a ciò che vediamo nella serie tv (nonostante il talento di Taylor Schilling che interpreta il suo personaggio), ed è per questo che, se siete tentati di iniziare a guardare il telefilm ma avete anche un desiderio di conoscere la storia in profondità, vi consiglio di leggere prima il libro, ne vale la pena. Se invece siete solo alla ricerca di uno show accattivante da guardare per passare il tempo, lasciate perdere il volume e accendete pure la televisione. Qualunque cosa scegliate di fare, OITNB cambierà per sempre il vostro modo di vedere l’esperienza del carcere. E voi, conoscevate già questo libro e il relativo show statunitense? Fatemelo sapere nei commenti qui sotto. Alla prossima!


“Bits and Pieces” è adesso su numerosi social network; potete trovare il profilo del blog ai seguenti link:
Twitter
Instagram
Pinterest
Tumblr
Google+
Per richieste private o collaborazioni, il blog ha adesso un suo indirizzo e-mail: bitsandpieceswordpress@gmail.com

Annunci

Una risposta a ““Orange is the New Black” di Piper Kerman (Libro e Serie Tv)

  1. Pingback: Previously on: riassunto di metà stagione (Parte 2) | Bits and Pieces

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...