“Katy Perry” – Part of Me (Film)

Non sono mai stata una fan accanita di Katy Perry; insomma, ho sempre trovato orecchiabili la maggior parte delle sue canzoni, ho guardato alcuni dei suoi videoclip e canticchiato i singoli più famosi, ma la mia conoscenza finiva lì. katy perry part of me concert movie 2Non seguivo la sua musica, non sapevo niente dei suoi progetti al di fuori dell’industria discografica e men che meno mi interessavo alle sue apparizioni in pubblico agli eventi più importanti. Vi chiederete allora come io sia giunta a vedere questo film, “Part of Me”, dal momento che il mio interesse per la vita di questa cantante è pari allo zero (o meglio, era). La verità è che se non fossi stata costretta da mia sorella, che, al contrario di me, di Katy conosce ogni singola cosa, e da Lea Michele che ne parla nel suo libro “Brunette Ambition“, non l’avrei mai guardato. E non avrei mai imparato la lezione più grande di tutte.

Prima di raccontarvi che cosa ho imparato vedendolo, facciamo una breve analisi di questo film. “Part of Me” è un film documentario girato nel 2012 che mostra la cantante Katy Perry durante il primo tour mondiale della sua vita, il California Dreams Tour legato al suo secondo album. Ma questo film non si limita ad essere una carrellata di canzoni e performance ai concerti, è in realtà la storia di questa fantastica donna. Dall’inizio della pellicola vediamo infatti Katy in persona che ci parla della sua vita, partendo da quando, ancora ragazzina, aveva scoperto la sua passione cantando in un coro gospel.

katy perry part of me concert movie 3Aveva allora cominciato a scrivere qualche canzone cristiana, principalmente spinta dal fatto che la sua famiglia fosse molto religiosa e conservatrice (immaginatevi le loro facce alla notizia del successo di Katy con la hit “I Kissed A Girl”!!). La ragazza decide, dopo aver vinto qualche piccolo concorso nella città dove abitava, di traferirsi a Los Angeles e tentare di ottenere un contratto discografico. Purtroppo, i primi tentativi vanno male; entra in un giro di conoscenze dove la priorità è dettata da alcool, feste e sesso, con poco interesse per la musica. Quando finalmente qualcuno è disposto a farle firmare un contratto, Katy accetta per trovarsi poi invece molto delusa: una volta cominciato il lavoro per il suo album, la ragazza inizia a notare come l’etichetta discografica faccia di tutto per cambiare il suo stile e modo di essere, sia dal punto di vista del genere musicale, che dai videoclip, che dai temi delle canzoni.

katy perry part of me concert movie 2Questa è la mia parte preferita del film, perchè è quando Katy ha tirato fuori le unghie e ha lottato per se stessa, rifiutandosi di diventare qualcuno che lei non è. E da quel momento, la sua carriera è stata solo in ascesa. Il successo comincia con I Kissed a Girl, prosegue con Thinking of You, Hot N Cold e Firework, canzoni che tutti quanti abbiamo sentito almeno una volta nella vita. Questi e molti altri brani hanno fatto parte del suo primo album, “One of the Boys”. In seguito arriva il suo secondo CD, “Teenage Dream”, contenente altre canzoni famosissime come “The One that Got Away“, “California Gurls“, “Teenage Dream” e “E.T.“.

Ed è il successo di quest’album a portarla in tour in giro per il mondo, seguita anche dalle telecamere che hanno girato questo film. katy perry part of me concert movie 5Tra una performance live e l’altra continuiamo quindi a esplorare la vita di Katy e a scoprire che, oltre alle caramelle, i dolcetti e i vestiti colorati c’è anche molto dolore. Il tour e la lontananza dal marito portano alla separazione della coppia, evento che causa una crisi depressiva nella cantante poco prima di un concerto, rischiando di mandare tutto all’aria. Ma la forza di Katy è proprio quella di non lasciarsi buttare giù dalla negatività, ed è per questo che sale ogni volta sul palco, mettendoci anima e corpo.

Alcune delle mie parti preferite sono quando sua sorella (che ha sempre gestito la carriera di Katy) sale sul palco per esibirsi insieme a lei, quando va a trovare sua nonna a Las Vegas, quando prima dei concerti incontra alcuni dei suoi fan e passa un sacco di tempo con loro, mostrando puro e vero interesse e riconoscimento per averla portata a quel punto della sua vita.

Questi sono in breve i punti più salienti del film e che ho trovato più interessanti ed emozionanti, ma vale la pena guardarlo con i vostri occhi per rendervi conto di ciò che intendo. katy perry part of me concert movie 4A questo punto, è ora di dirvi qual è la lezione che ho imparato guardando questo documentario, no? Beh, l’avete avuta sotto gli occhi per tutto il tempo, proprio nell’immagine in evidenza dell’articolo. Il sottotitolo a questo film recita infatti: “Be yourself and you can be anything” (sii te stesso e potrai essere qualunque cosa). Esattamente, ed è proprio quello che mi ha insegnato! Katy ha sempre creduto nei suoi sogni e nelle sue capacità e non si è mai data per vinta, non è mai scesa a compromessi, e noi dovremmo fare la stessa cosa con le nostre vite. Se sai di poterlo fare, credici e lo farai!

A chi ne consiglio la visione? Evito il banale “a tutti i fan di Katy Perry”, perchè l’avrete sicuramente visto un sacco di volte. Mi limito perciò a dire che lo suggerisco a chiunque abbia bisogno di un po’ di motivazione, se credete di non farcela o di non essere abbastanza per i vostri sogni, questo film vi mostrerà quanto vi sbagliate. Lo consiglio anche a chi ama i documentari con performance live e a chi vorrebbe semplicemente conoscere meglio Katy tramite un documentario leggero, allegro e pieno di ispirazione.

L’ultimo album di Katy, “Prism”, non è presente nel film, essendo uscito più tardi, ma vale comunque una nomina; qui dentro troviamo brani splendidi come “Roar“, “Birthday“, “This Is How We Do“, “Dark Horse” e “Walking On Air“. Io possiedo tutti e tre gli album sopra citati (tutto merito della sorellina) e posso dire con certezza che l’ultimo è il mio preferito; è il CD in cui Katy mostra la sua crescita, la sua maturità e profondità, con uno stile molto diverso dagli due album.

Spero che abbiate trovato interessante questa recensione e che diate un’occasione a questo film, a Katy e alla sua musica. Se analizzate le sue canzoni con attenzione, noterete che dietro le lucine, i gattini e le stelle filanti si nascondono significati molto più profondi. Vi lascio qui sotto il trailer del film, dategli uno sguardo e non ve ne pentirete! Alla prossima!


“Bits and Pieces” è adesso su numerosi social network; potete trovare il profilo del blog ai seguenti link:

Twitter
Instagram
Pinterest
Tumblr
Google+

Per richieste o collaborazioni, il blog ha adesso un suo indirizzo e-mail: bitsandpieceswordpress@gmail.com

Non dimenticate che ho un altro blog, Gocce di Salute, dove parlo di alimentazione, fitness e uno stile di vita sano ed equilibrato. Venite a dare un’occhiata e iscrivetevi se siete interessati!

Annunci

2 risposte a ““Katy Perry” – Part of Me (Film)

  1. Proverò a dargli un’occhiata, a dire il vero non sapevo neppure che avesse girato un docu-film…

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...