“You First” di Lea Michele

Ormai lo sapete, Lea Michele è una delle persone che più mi ispira e mi motiva in tantissimi aspetti della mia vita. Se per caso avete perso i miei articoli precedenti su di lei, trovate qui la mia recensione del suo primo libro, “Brunette Ambition”, e qui quella del suo primo album, “Louder”. Nel suo libro di debutto, Lea parla principalmente di se stessa, della sua vita, della cura della pelle, del corpo, di alimentazione, fitness, moda e molto altro ancora. Nel suo secondo libro, dal titolo “You First – Journal Your Way To Your Best Life”, invece, ci presenta esattamente l’opposto: questa volta i protagonisti siamo noi, pronti a raccontare la nostra storia lasciandoci inspirare dagli spunti di riflessione e gli incipit che ci fornisce Lea, pagina dopo pagina. Siete pronti a saperne di più?

Per prima cosa, per chi non fosse molto familiare con l’inglese, cosa significa quel titolo? “Tu per prima/o – Tieni un diario per raggiungere la tua vita migliore”. you first lea michele copertinaRicordo che la presentazione della copertina (peraltro splendida) era uscita il giorno del mio compleanno, e quando avevo scoperto che si sarebbe trattato di un diario guidato ho iniziato a non stare più nella pelle. Il libro è uscito a settembre 2015, edito da Chrown Archetype, e presenta 240 pagine. Il volume si presenta come un diario vero e proprio, suddiviso in diverse tematiche (più o meno le stesse di “Brunette Ambition”) che Lea invita il lettore a esaminare dal proprio punto di vista. Ogni argomento è introdotto da un paio di pagine nelle quali l’autrice racconta la sua esperienza, regala qualche perla di saggezza e spunto di riflessione, lasciando poi le pagine successive vuote perché possano essere riempite da chi legge.

Ma se avete il timore di bloccarvi davanti alla pagina bianca, non abbiate paura! Ogni pagina vuota presenta una o più domande che l’autrice vi fa per spingervi a scrivere e a parlare di quel determinato argomento. Insomma, è un vero e proprio diario guidato da domande che potete utilizzare come punto di partenza per sviluppare poi una vostra riflessione personale. Vediamo insieme brevemente gli argomenti trattati, che non devono essere completati in nessun ordine particolare: è vostro e a voi sta decidere come usarlo. A me piace, per esempio, aprire il libro ad una pagina a caso e rispondere alla domanda posta in quel preciso punto. “You First” è suddiviso in questo modo (ho tradotto in italiano le sezioni):

  • Introduzione
  • Tu
    • Parte 1: Radici
    • Parte 2: Fitness
    • Parte 3: Alimentazione e nutrizione
  • Ambizione
    • Parte 1: Obiettivi
    • Parte 2: Modelli di riferimento
    • Parte 3: Sfide per espandere la mente
  • Relazioni
    • Parte 1: Amicizia
    • Parte 2: Relazioni romantiche
    • Parte 3: Colleghi
  • Felicità
    • Parte 1: Hobby
    • Parte 2: Beneficenza e donazioni
    • Parte 3: Gratitudine
  • Ringraziamenti

Il motivo per cui Lea ha scelto di creare un volume del genere è spiegato nel libro, ed è dovuto al fatto che tenere un diario per gran parte della sua vita l’ha aiutata a raggiungere i suoi obiettivi con maggiore determinazione.

you first lea michele esempio paginaQuesta volta consiglio il libro a molte più persone rispetto a “Brunette Ambition”; per prima cosa, pur essendo in inglese come il primo volume, contiene meno parti di testo ed è quindi più facile da utilizzare anche se non conoscete benissimo la lingua. Le domande, poste anch’esse in inglese, non sono difficili, e potete comunque rispondere in italiano dopo aver capito qual è l’argomento che vi si chiede di affrontare in una determinata pagina. Lo consiglio ovviamente a tutti i fan di Lea e anche a chi non la conosce ma ama come me scrivere e tenere un diario, annotare sentimenti, emozioni e avvenimenti per cercare di capire un po’ di più se stessi e la propria vita. Lo sconsiglio a chi ama invece i romanzi o non trova piacere nella scrittura, in questo caso questo libro non fa decisamente per voi.

Concludo l’articolo con il link di Amazon per acquistare “You First” in versione cartacea in inglese (ovviamente in questo caso non esiste la possibilità dell’edizione digitale); acquistandolo online ho pagato 16,61 €, comprese le spese di spedizione. Non so se sarà tradotto in italiano a un certo punto, ricordo che con “Brunette Ambition” la traduzione non è avvenuta. Vi lascio con la splendida frase stampata sul retro della copertina rimovibile, che credo riassuma in pieno l’essenza di questo libro: “You First” riguarda il rispetto e la comprensione di ciò che si vuole davvero – e poi uscire a realizzarlo. Spero che la recensione vi sia piaciuta e vi abbia ispirato a cominciare (o continuare) a tenere un diario, perciò fatemi sapere cosa ne pensate. Alla prossima!


“Bits and Pieces” è su numerosi social network; potete trovare il profilo del blog ai seguenti link:

Twitter
Instagram
Pinterest
Tumblr
Google+

Per richieste o collaborazioni, il blog ha adesso un suo indirizzo e-mail: bitsandpieceswordpress@gmail.com

Non dimenticate che ho un altro blog, Gocce di Salute, dove parlo di alimentazione, fitness e uno stile di vita sano ed equilibrato. Venite a dare un’occhiata e iscrivetevi se siete interessati!

Annunci

2 risposte a ““You First” di Lea Michele

  1. io amo Lea (non tanto per la musica che fa perché non è il mio genere) e trovo possa davvero essere un buon modello, in partivolare per le più giovani. Poi vabbè sono una fan di glee dunque sono anche di parte xD però tra I dur libri il primo mi intriga di più

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...