Recensione film: “Joy”

Non sono una grande appassionata di film, in genere preferisco le serie tv, sia per gestione del tempo che della storia. Spesso è difficile convincermi a vedere un film, mentre è semplicissimo farmi iniziare un nuovo telefilm. Per questo motivo, ogni volta che mia sorella mi propone di vedere un nuovo film insieme a lei, sono piuttosto scettica. La trama non mi ispira, i personaggi mi sembrano poveri caratterialmente parlando o più semplicemente temo che si tratterà di una storia noiosa. Ma ormai ho imparato a fidarmi di lei, perché ogni volta che mi propone un film nuovo da vedere, finisco per amarlo. La pellicola di cui vi parlo oggi non è un’eccezione, e si tratta di un capolavoro che ho scoperto proprio grazie a lei.

La prima cosa che mi ha colpito di “Joy”, prima ancora di iniziare la visione, è stato il fatto che la storia sia tratta da fatti realmente accaduti negli Stati Uniti. Di solito mi piacciono molto i racconti ispirati alla realtà, me la fanno sentire più vicina e riesco di più a immedesimarmi nel protagonista di turno. Un altro elemento che ha subito acceso la mia curiosità è stata la scelta di un ricchissimo cast: Jennifer Lawrence, Bradley Cooper e Robert De Niro sono solo alcuni dei grandi talenti che appaiono nel corso della storia, dimostrando abilità come sempre sensazionali.

joy film jennifer lawrence

Di cosa parla questo film, uscito nel 2015? Narra la storia di Joy, ragazza madre single, povera in canna, che vive a casa dei genitori con l’ex marito, anche lui troppo povero per trovare un’altra sistemazione. Tramite diversi flashback, ci viene mostrato fin da subito come Joy avesse una mente estremamente creativa da piccola, vivendo e divertendosi a creare e inventare cose nuove. Ma quando torniamo nel presente a osservare ciò che è diventata, notiamo che quella scintilla si è persa nel tempo. La realtà della sua vita l’ha costretta a mettere di lato la parte più importante e fondamentale del suo essere, rinchiudendola in un cassetto dimenticato.

jennifer lawrence joyTutto sembra proseguire su questa linea, fino a quando Joy ha un’improvvisa idea per pulire casa sua in modo più efficace e veloce: in pratica, inventa un mocio(mop) che si strizza da solo, facile da pulire e utilizzare. Spinta da questa sua ritrovata vena creativa, decide di produrlo in massa, in modo da poterlo vendere a tutte le donne che ne hanno necessità. L’azienda parte con successo e moltissima motivazione, ma gli imprevisti non tardano a mostrarsi: pagamenti, truffe, accordi illegali, sono solo alcune delle difficoltà che Joy incontra sul suo percorso, fino a portarla in un periodo di grave crisi, vicinissima al disastro totale.

Quando tutto quanto crolla nella sua vita e non sembra più esserci speranza di risalita, la ragazza decide di mostrare tutta la sua forza e determinazione, diventando la forza della natura che è sempre stata e facendo valere le proprie ragioni su tutto. Non voglio rivelare troppi spoiler, anche se il finale è abbastanza scontato, ma il progresso della donna verso la fine del film è straordinario, soprattutto nel modo in cui si trasforma totalmente in una persona nuova, sicura di sé e delle sue capacità imprenditoriali.

jennifer lawrence bradley cooper joy

Insomma, questa storia è estremamente intensa e motivazionale. Penso che chiunque guardi questa pellicola ne possa trarre un’enorme ispirazione, una spinta ad essere se stesso nel migliore dei modi e a fare il massimo per realizzare i propri sogni. Nonostante sia un film incentrato su una figura femminile, non mi sento di consigliarlo solo alle donne, anzi; ci sono moltissimi messaggi importanti anche per gli uomini, e vale davvero la pena vederlo.

Una volta terminato il film, vi sentirete in grado di fare qualsiasi cosa. Ed è così, potete fare qualsiasi cosa, se è davvero ciò che desiderate. Da questa storia ho imparato che nessuno troverà mai un percorso liscio davanti a sé, senza difficoltà e ostacoli, ma la propria motivazione sarà la spinta propulsiva per insistere ancora di più sull’acceleratore della motivazione e continuare ad andare avanti, sempre. Potete vedere qui sotto il trailer ufficiale in italiano:

Le passioni e i sogni non fanno inseguiti, vanno creati. Fatemi sapere nei commenti se anche voi avete visto questo film e che cosa ne pensate, oppure condividete con me qualche storia di uomini e donne di successo che vi ispira ogni giorno ad andare avanti. Alla prossima!

Ps: all’inizio della prossima settimana partirò e sarò all’estero per circa tre settimane. Ho comunque preparato in anticipo diversi contenuti, tre articoli che verranno pubblicati sempre a cadenza settimanale, grazie all’aiuto del mio fidanzato che si improvviserà webmaster! Leggerò tutti i vostri articoli e commenti al mio ritorno 🙂


“Bits and Pieces” è su numerosi social network; potete trovare il profilo del blog ai seguenti link:

Twitter
Instagram
Pinterest
Tumblr
Google+

Per richieste o collaborazioni, il blog ha adesso un suo indirizzo e-mail: bitsandpieceswordpress@gmail.com

Non dimenticate che ho un altro blog, Gocce di Salute, dove parlo di alimentazione, fitness e uno stile di vita sano ed equilibrato. Venite a dare un’occhiata e iscrivetevi se siete interessati!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...