Archivi tag: love

I’m sorry

From my diary/journal:

16/05/2016: I’m sorry, I really am. I’m sorry for everything I’ve put you through in the past year and a half. I’m sorry for hurting you, sabotaging you and thinking you weren’t enough. I’m sorry for the extreme dieting, the crazy binge eating and emotional eating, the weight gain, the hair loss, the dehydration, the clothes that don’t fit, the calorie counting obsession, the messed-up period, the tears, the pity, the pain, the mirror hate.

I’m sorry for all the times I got mad at you, for when I didn’t care, for calling you fat and awful, for hurting the animals, the planet and your body. I’m sorry for not being strong enough to stand for your health, for numbing your emotions, for just hating on you the whole fucking time. You simply don’t deserve all of this, you don’t deserve any of this. 

You’re beautiful, girl. You’re awesome and you rock at everything you do. You’re great at studying, teaching, blogging, loving, cooking, drawing, joking, writing, working out, planning, organizing. You’re gorgeous and you should NEVER let anyone (myself included) tell you you’re not. Shake it off, you know better. And just so you know it, I love you and I truly forgive you for everything.

❤️

Annunci

Il potere di un bacio

Gli sguardi si incrociano per un momento, lo stesso pensiero passa per la mente di entrambi. Può anche capitare che uno dei due faccia un timido sorriso, e poi tutto inizia. Le teste cominciano ad avvicinarsi, gli occhi si socchiudono lentamente mentre le labbra si aprono pian piano. Attimo dopo attimo, il momento si avvicina sempre di più, fino a quando avviene il contatto: quando le labbra iniziano a sfiorarsi, lentamente, avviene qualcosa di magico. Sta tutto nel segreto dei baci.

Clicca qui per saperne di più!

Recensione Glee 6×06 “What The World Needs Now”

Avviso a tutti i lettori: questo articolo contiene spoiler relativi alla sesta (e ultima) stagione di Glee.

L’episodio inizia da subito con una canzone; Sam e Rachel, imbarazzati e insicuri su cosa stia realmente nascendo tra loro, credono di non essere in grado di amare di nuovo una persona come hanno amato Mercedes e Finn. Questo li porta ad esprimere i loro sentimenti cantando “I’ll Never Fall In Love Again” dal musical “Promises, Promises”. Per rivedere la performance di Glee clicca qui; se preferisci invece ascoltare la versione originale, la trovi qui. Ho trovato l’esibizione molto intensa e forte, pur non apprezzando la cosiddetta coppia Samchel.

Continua a leggere per saperne di più!

“Sette racconti brevi per il tuo cuore” di Alessandra Gianoglio

Ho scaricato questo e-book, “Sette racconti brevi per il tuo cuore” dalla mia libreria virtuale di iTunes in quanto si tratta di un’edizione gratuita. A prima vista, non mi aspettavo granché: le pagine sono davvero poche (ho concluso la lettura in circa quaranta minuti), i racconti sono molto brevi, e pensavo quindi che sarei rimasta delusa. Invece è avvenuto l’esatto opposto, dal momento che sono rimasta davvero sbalordita. I sette racconti, nella loro brevità, raccontano diverse sfaccettature di amore; ma alla fin fine, il lettore capisce che, per quanto le storie possano essere diverse, l’Amore è sempre lo stesso, non cambia mai.

Alessandra Gianoglio

Il libro inizia con una poesia di apertura, scritta dall’autrice, intitolata “Il Mio Angelo”; la poesia è strutturata secondo due percorsi: il primo segue il testo della canzone “You Are Not Alone” di Michael Jackson, mentre il secondo racconta di una donna rimasta ormai sola, che scrive lettere al suo misterioso angelo, lettere che non saranno mai inviate né lette. La poesia analizza così il significato della solitudine implacabile, di pari passo con la canzone, che trasmette esattamente il significato opposto: non sarai mai sola, sarò sempre al tuo fianco.

Inizia poi la serie di racconti; il primo, “Oltre la prima fila”, racconta la storia di una giovane donna innamorata di un cantante e della sua perenne sofferenza dovuta alla dualità della situazione a cui è costretta. Da un lato, sempre in prima fila ad ognuna delle sue esibizioni, tra ragazzine urlanti e musica a palla, dove lei diventa come tutte le altre, senza nulla di speciale; dall’altro, il silenzio soffocante della sua camera da letto, dove ogni sera lui la raggiunge per trascorrere notti piene di amore e passione. Nonostante questa situazione le provochi un dolore che a volte è difficile da gestire, lei non riesce mai a sottrarsi alla sua stretta, e mai lo farà.

Il secondo racconto, “Addio al lago”, vede una donna decisa ma ancora piena di insicurezze che ha appena deciso di abbandonare il suo compagno. Lui, uomo di successo, è sempre vittima di una spirale di impegni, incontri e feste, una spirale che per lei è diventata soffocante. Così, dopo un breve soggiorno al lago, uno dei luoghi che lei ama più di ogni cosa al mondo, prende la decisione più difficile. Il giorno dopo lui partirà con un aereo privato per tornare in America, credendo che lei lo seguirà a ruota con tutto lo staff su un aereo di linea. Quello che lui ignora è però il fatto che lei non salirà mai su quell’aereo, rimarrà invece al lago, pensando a lui, al loro ultimo bacio e alla facilità con cui lui, prima o poi, si dimenticherà di lei.

Il terzo racconto, “Pieces of a dream”, racconta invece la storia di una donna alle prese con una storia d’amore alquanto scombussolata e contorta; l’uomo da cui è attratta e con cui ha una relazione è il futuro marito di sua sorella. Quello che più distrugge la donna non è il pensiero del tradimento della fiducia, ma la freddezza e i sentimenti ghiacciati dimostrati dal suo amante, sensazioni vuote e senza vita. Ormai incapace di andare avanti tra bugie e dolore, gli scrive un’ultima e-mail, senza ottenere risposta; ma dal suo cuore freddo non si aspettava altro. Nonostante la voglia folle di stringerlo e baciarlo ancora, raccoglie tutta la sua determinazione e ne esce vincitrice, abbandonandolo per sempre.

Il quarto racconto, “La scelta”, vede una donna e il suo capo ad una festa in un club, entrambi vittime di un gioco di sguardi sensuali e intriganti. Una volta usciti entrambi dal locale, la donna si trova a dover prendere una decisione; la sua testa le dice di andare a casa, lasciar perdere ed evitare di rovinarsi la carriera, mentre il cuore le consiglia di seguire le sue passioni e di infilarsi nell’auto del capo, buttandosi tra le sue braccia. L’autrice racconta entrambe le decisioni come se avvenissero realmente, senza subito lasciar trapelare la scelta della protagonista; tutto si chiarisce però il giorno dopo, quando in ufficio, sempre tra uno sguardo e l’altro, la donna si sente immensamente grata di non aver ceduto alla follia e all’alcool rischiando una rovina totale e un imbarazzo devastante.

Il quinto racconto, “Il ciliegio in fiore”, fa un salto nel passato e racconta il dolore di una donna anziana che assiste alla lenta morte di sua sorella gemella; prima di spirare, la donna pronuncia solo alcune parole, lasciando intendere che la aspetterà sotto il ciliegio in fiore, con un cane bianco. L’anziana donna, dopo la morte della sorella, continua sempre a recarsi sotto il bianco albero, senza che nessuno si faccia mai vivo, fino a che anche lei non raggiunge la fine dei suoi giorni. Un salto in avanti, e l’autrice ci presenta la nipote delle due signore, che racconta alla figlia quella stessa storia. Poi esce di casa, sale sulla bicicletta e va verso i ciliegi in fiore; ed è proprio lì, sotto uno di  questi alberi, che vede un’anziana signora con un cane bianco. Scambiano due parole sull’abitare lì e sul fatto di diventare amiche, mentre l’autrice lascia un vago senso di mistero sul fatto che la donna apparsa possa essere reale o meno.

Il sesto racconto, “Inaspettatamente perfetto”, parla di una ragazza che lavora in un bar dove ogni giorno, per colazione e pranzo, giunge un ragazzo sulla trentina, che ordina sempre le stesse cose e siede sempre nello stesso punto. Si tratta di un uomo molto strano, sempre perfettamente curato, impettito, senza mai l’ombra di un sorriso; la ragazza, giorno dopo giorno, lo osserva curiosa, domandandosi che personalità e storia possa nascondere. Fino a quando un giorno, dopo aver pagato il pranzo, esce dal locale dimenticandosi la valigetta; lei esce subito per cercarlo, e lo trova, riconoscente. Dopo qualche parola di convenevoli, si scopre che lui lavora dall’altra parte della città; allora la ragazza, interessata, gli chiede come mai scomodarsi per venire fino a quel bar. Per tutta risposta, l’uomo abbassa gli occhi imbarazzato, evitando il suo sguardo, e la saluta con un sicuro “A domani!”. Guardandolo scomparire nel suo fuoristrada, la ragazza non può che trovarlo inaspettatamente perfetto.

Il settimo racconto, “Margherita”, presenta una donna sola, appena abbandonata dal marito, che riceve la notizia della morte della mamma di quella che una volta era la sua migliore amica, Margherita, ma che il tempo e la distanza avevano fatto diventare quasi una conoscente. Col dolore nel petto e la solitudine che le schiaccia il cuore, si reca a lavoro, senza riuscire a trattenere il pianto. Incontra poi una vecchia collega, e ciò che le viene raccontato cambia in ogni modo la sua visione della vita: questa donna, sommersa da problemi e dolore, è sopravvissuta ad un brutto incidente stradale, e da quel giorno prova solo gratitudine per la vita. La stessa cosa cerca di fare la protagonista, recandosi al rosario, dove incontra Margherita, e in un attimo tutta la distanza e le incomprensioni tra le due sembra sparire, in un abbraccio singhiozzante. Con il cuore più leggero, una volta uscita dalla chiesa, la protagonista si dirige verso l’auto; accanto alla portiera trova suo marito, in piedi, che dà l’impressione di essere intenzionato a tornare a casa con lei. E allora la gratitudine brilla nel suo cuore.

Quello che ho apprezzato maggiormente di questi racconti si può spiegare in due punti: per prima cosa, il modo in cui le sette protagoniste parlino sempre in prima persona, creando nel lettore un senso di compassione e di comprensione profonda; come seconda cosa, trovo che l’autrice sia stata fenomenale nel riuscire a farci entrare pienamente nelle storie, provando gli stessi sentimenti delle protagoniste. Per fare un esempio, io non ho mai preso la decisione di abbandonare qualcuno, ma leggendo il secondo e il terzo racconto ho capito vivamente quello che provavano quelle donne. Perciò, complimenti per la grande abilità di scrittura. Lo consiglio soprattutto alle donne, ma anche a qualche uomo interessato a capire che cosa passa per la nostra testa quando si tratta di Amore. Alla prossima!

“Bits and Pieces” è adesso su numerosi social network; potete trovare il profilo del blog ai seguenti link:
– Twitter: https://twitter.com/bitsandpieceswp
– Instagram: http://instagram.com/bitsandpieceswp
– Pinterest: http://www.pinterest.com/bitsandpieceswp
– Tumblr: http://bitsandpieceswp.tumblr.com/
Per richieste private o collaborazioni, il blog ha adesso un suo indirizzo e-mail: bitsandpieceswordpress@gmail.com

Caro amore mio

Caro amore mio,
Oggi abbiamo festeggiato 6 mesi insieme. Mi hai fatto delle sorprese straordinarie e davvero emozionanti, e non ti ho detto che anche io ne tenevo una da parte, e cioè questa.
Oggi ho deciso di parlare di te, di quello che provo per te e di ciò che amo di te. Stiamo insieme da 182 giorni. Sarò pazza, ma ho trovato 182 motivi per stare con te. Li terrò sempre qui con me, da rileggere quando sono triste o magari arrabbiata con te 😉 Chiunque altro li leggerà, al di fuori di te, non li capirà, e penserà che io sia impazzita 😉
Perciò, iniziamo:

1. Ti amo per il tuo sorriso
2. Ti amo per il tuo sguardo profondo
3. Ti amo per il tuo grande cuore
4. Ti amo per la tua voce
5. Ti amo perché quando canti tu, non c’è più niente che importi al mondo
6. Ti amo per i tuoi abbracci stretti
7. Ti amo per le tue mani che stringono le mie
8. Ti amo per il tuo respiro sulla mia pelle
9. Ti amo per le tue dita che mi sfiorano le guance
10. Ti amo perché mi dici che sono bella
11. Ti amo perché tu mi fai sentire bella
12. Ti amo perché non mi sono mai sentita sexy prima d’ora, ma tu ci sei riuscito
13. Ti amo per i tuoi morbidi capelli
14. Ti amo per la tua risata
15. Ti amo per la tua sensibilità
16. Ti amo per il tuo rapporto con la tua famiglia
17. Ti amo per la tua disponibilità
18. Ti amo per la tua pazienza
19. Ti amo per i tuoi baci
20. Ti amo per le tue carezze sul mio corpo
21. Ti amo per la tua dolcezza
22. Ti amo per la tua paura di potermi fare male
23. Ti amo perché ridi quando sono io a fare male a te
24. Ti amo perché mi dici che mi ami
25. Ti amo per come sei quando vedi un cagnolino
26. Ti amo perché ridi ad ogni soprannome che ti affibbio
27. Ti amo perché sei un potiposo
28. Ti amo perché sei uguale a me
29. Ti amo perché sei diverso da me
30. Ti amo perché sopporti tutte le mie stranezze
31. Ti amo perché canti i duetti con me
32. Ti amo perché non riesci a essere duro con me
33. Ti amo perché sei testardo
34. Ti amo per il cuscino
35. Ti amo per le lacrime versate
36. Ti amo per le incomprensioni
37. Ti amo perché ridi alla mia capacità di sbagliare gli orari
38. Ti amo perché sei orgoglioso di me
39. Ti amo perché dici a tutti che sono la tua ragazza
40. Ti amo perché sei il mio eroe
41. Ti amo perché mi abbracci da dietro
42. Ti amo perché dici che ti piace quando ti metto le braccia al collo
43. Ti amo perché non hai paura di commuoverti
44. Ti amo perché sopporti le mie fisse
45. Ti amo perché ti interessi a ciò che mi piace
46. Ti amo perché riesci a farmi ridere con dell’acqua
47. Ti amo perché se sei in bagno ti scrivo su Facebook e non ti arrabbi
48. Ti amo perché soffri il solletico
49. Ti amo perché sai procurarmi piacere
50. Ti amo perché pensi prima al mio benessere che al tuo
51. Ti amo per le tue mani sul mio seno
52. Ti amo per come mi guardi
53. Ti amo perché “B”
54. Ti amo perché sai sempre come farmi ridere
55. Ti amo perché mi accompagni ovunque
56. Ti amo perché sopporti le labbra pizzicate
57. Ti amo perché dici che sei mio
58. Ti amo perché sono tua
59. Ti amo perché sei l’amore della mia vita
60. Ti amo perché mi regali i fiori
61. Ti amo perché hai sempre tempo per me
62. Ti amo perché ripeti le cose spesso
63. Ti amo per la sensazione delle nostre pelli che si toccano
64. Ti amo per la tua gelosia
65. Ti amo perché ti preoccupi
66. Ti amo perché non guardi nessun’altra
67. Ti amo per le promesse
68. Ti amo per gli abbracci sotto le coperte
69. Ti amo per la tua passione per il calcio
70. Ti amo perché sei insicuro
71. Ti amo perché mi tranquillizzi sempre
72. Ti amo perché cancelli ogni dubbio
73. Ti amo perché elimini ogni mia preoccupazione
74. Ti amo perché pensi che se non metto gli smile sono arrabbiata
75. Ti amo perché ti piacciono i miei capelli
76. Ti amo perché ti piaccio anche struccata
77. Ti amo perché sai sempre cosa dire
78. Ti amo per i tuoi scherzi
79. Ti amo per il primo bacio
80. Ti amo per il fidanzamento
81. Ti amo perché sei un bravo ragazzo
82. Ti amo perché DARTEMIA
83. Ti amo per la malinconia
84. Ti amo perché sei la mia droga
85. Ti amo perché ti brillano gli occhi
86. Ti amo per il bagno insieme
87. Ti amo per la chiesa
88. Ti amo per i baci di nascosto
89. Ti amo perché mi osservi da dietro
90. Ti amo per gli abbracci allo specchio
91. Ti amo per i versi alle fermate del pullman
92. Ti amo per Vienna
93. Ti amo perché sei il mio principe
94. Ti amo perché mi salvi ogni giorno
95. Ti amo perché maturi ogni giorno
96. Ti amo per come ridiamo per i rumori
97. Ti amo per la cena al Castello
98. Ti amo per la nostra complicità
99. Ti amo perché sei speciale
100. Ti amo perché sei unico
101. Ti amo perché insieme siamo una forza
102. Ti amo perché leggi il mio blog
103. Ti amo perché aspetti
104. Ti amo per il valore di un minuto
105. Ti amo per le giornate complete
106. Ti amo perché non ti arrendi mai
107. Ti amo perché troverei mille motivi per amarti
108. Ti amo per la tua delicatezza
109. Ti amo perché canti con il cuore per me
110. Ti amo perché vuoi fare l’amore con me
111. Ti amo perché ti emozionerai leggendo questo elenco
112. Ti amo per la tua forza
113. Ti amo perché mi capisci
114. Ti amo per il gioco dei segreti
115. Ti amo per la tua capacità di capire quando ho un problema
116. Ti amo perché sei comprensivo al massimo
117. Ti amo perché sei coccoloso
118. Ti amo per i nostri baci dolci e lenti
119. Ti amo per i tuoi sogni
120. Ti amo per un futuro insieme
121. Ti amo perché siamo una cosa sola
122. Ti amo perché sei prevedibile
123. Ti amo perché mi conosci meglio di chiunque altro
124. Ti amo perché ti piace sentire la mia voce
125. Ti amo perché a volte ingigantisci le cose
126. Ti amo per la tua intelligenza
127. Ti amo perché mangi in fretta e poi mi baci mentre ancora mastico
128. Ti amo perché “solo un morsichino”
129. Ti amo perché sei romantico
130. Ti amo per il video del matrimonio
131. Ti amo perché “Palermo? Si”
132. Ti amo perché non ti chiami Berardo di cognome
133. Ti amo perché ami il profumo di vaniglia
134. Ti amo perché mi scaldi
135. Ti amo per le coccole
136. Ti amo per le fantastiche risate insieme
137. Ti amo per Titinic
138. Ti amo perché sei il mio momo
139. Ti amo perché “letto”
140. Ti amo perché la storia di Prosicu & Panchina ci farà ridere anche a novanta anni
141. Ti amo per lo studio assieme
142. Ti amo per i 5 anni di amicizia
143. Ti amo per Uovo
144. Ti amo per Unchained Melody
145. Ti amo perché sei sempre e sarai sempre la mia roccia
146. Ti amo perché Toni Toni
147. Ti amo per il tuo profumo sui miei vestiti
148. Ti amo per i piani di nascosto
149. Ti amo per i grissini dimenticati
150. Ti amo perché mi sopporti quando faccio il cane da tartufo
151. Ti amo per Masterchef
152. Ti amo perché sei ancora il mio migliore amico
153. Ti amo perché a volte ti vorrei picchiare
154. Ti amo perché mi proteggi sempre
155. Ti amo perché le decisioni devono accontentare entrambi
156. Ti amo perché sei felice
157. Ti amo per le farfalle nello stomaco
158. Ti amo per il ballo prima della Francia
159. Ti amo per la dedica a teatro
160. Ti amo per i nostri corpi nudi
161. Ti amo per l’amore che dimostri ogni giorno
162. Ti amo per la lettera dei 2 mesi
163. Ti amo per i messaggi notturni
164. Ti amo per i doppi sensi
165. Ti amo perché sembriamo sposati
166. Ti amo perché questo è il Paradiso
167. Ti amo perché sei la mia anima gemella
168. Ti amo perché sei tutto ciò che ho sempre desiderato
169. Ti amo perché sei la mia stella polare
170. Ti amo per le serate sul letto
171. Ti amo per il tempo che vola quando siamo insieme
172. Ti amo per la tua sincerità
173. Ti amo per il corteo
174. Ti amo per le risate trattenute
175. Ti amo per gli sguardi di complicità
176. Ti amo perché senza di te non ce la farei
177. Ti amo perché ci salutiamo ogni notte con dei cuori, senza averlo mai deciso
178. Ti amo per un futuro insieme per sempre
179. Ti amo perché tiri fuori la pantera che c’è in me
180. Ti amo perché sei il regalo più bello che la vita potesse farmi
181. Ti amo perché non chiedo altro
182. Ti amo perché hai donato a me il tuo cuore

Ti amo

Love

Quante volte nella nostra vita ci vengono date definizioni di amore? Tramite cartoni animati quando siamo piccoli, film e libri quando siamo più grandi. Ma per quanti esempi possano mai esserci presentati, non capiamo mai a fondo il concetto di amore fino a che esso non ci si offre davanti agli occhi e non ci apre il cuore, entrando nella nostra vita come un uragano.
Non ci è sempre chiaro in che modo l’amore si manifesta, come riconoscerlo, ma nessuno ci dice mai che il nostro cuore è lì, come uno strumento pronto a captare il vero amore. Dopotutto, è lui che ci da le palpitazioni, che ci manda il cervello in pappa e ci causa le farfalle nello stomaco. E quando il nostro cuoricino ci manda questi sintomi, siamo innamorati.
Ma ancora, cos’è l’amore? Non è baciarsi dalla mattina alla sera, non è vedersi ogni giorno, non è nemmeno sentirsi tutti i giorni. L’amore è guardare la persona che ami e commuoverti perché la sua bellezza è per te più di qualunque cosa. L’amore è guardare la persona amata e sapere che è tua. Ma l’amore è soprattutto osservare quella persona e sapere, con ogni sguardo, che non c’è altra vita che potresti desiderare, in cui questa persona non sia presente. Quando si provano queste cose per qualcuno, si può essere certi che si è incontrato il vero amore. Quando si ha la fortuna di conoscere la propria anima gemella, ci si rende conto che nient’altro conta, l’unica cosa importante è il suo respiro, il suo cuore che batte, il tuo sguardo su di te, le sue dita che ti sfiorano. QUESTO è amore.